40 anni

Circa trent’anni fa, quando ne avevo 10, provavo spesso ad immaginare come sarei stato a quarant’anni. Non perche’ li immaginassi speciali: mi piaceva la rotondita’ del numero, abbinato a quella dell’anno in cui li avrei compiuti, il 2020. Nato nell’80, ventenne nel 2000, quarantenne nel 2020.

Oggi e’ il 23 ottobre 2020 e i 40 anni li ho finalmente compiuti. A dispetto di cio’ che accade quest’anno, delle storie melense sul tempo che passa, delle nostalgie di cui si tende ad abusare col passare degli anni, dell’autunno che non e’ piu’ davvero tale, del fatto che il mare non e’ piu’ cosi a portata di mano da casa mia, mi sento leggero.

Niente festa organizzata (e quale migliore scusa del periodo attuale per non farne una), niente progetti confezionati e niente liste di cose che avrei voluto o vorrei fare.

Ma un paio di cose buone si:

    • una torta al cioccolato e le tre donne di casa a soffiare con me sulle candeline
    • un album del mio musicista preferito, che suona nel modo che preferisco, che esce proprio oggi

    • uno spezzone di Caro Diario di Nanni Moretti che spiega in poche parole tutto quello che c’e’ davvero da sapere sui quarant’anni

  • telefonate e messaggi di auguri da parte di tutte le persone che contano
  • e una giornata senza impegni. Pigra, come e’ giusto che sia, senza ansia per il tempo che passa.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>