Anna Calvi

Di facce nuove se ne vedono tante, in ambito rock. Fenomeni che spesso durano poco. Al solito, non fidandomi, tendo a storcere il naso quando si parla o si scrive di nuove Patti Smith o giovani Bob Dylan.

Dopo averla ascoltata anche solo una volta, però, Anna Calvi non sembra essere la solita promessa esagerata: la rocker inglese con nome italiano infatti suona e canta bene, e ricorda volentieri PJ Harvey.

L’album omonimo fila benissimo, e raggiunge punte davvero notevoli con Blackout, Desire, First we kiss. E allora, per fidarmi, la andrò pure a vedere in concerto.  Intanto, buon ascolto.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>