Irene

Uragani di portata storica, vento record, pioggia mai vista: ogni volta che un uragano si avvicina alla costa degli USA scatta la corsa alla classifica. Ogni uragano è più potente del precedente, ogni allarme è più forte di quelli passati.

L’arrivo dell’uragano Irene occupa le prime pagine dei giornali di mezzo mondo da giorni, mentre ancora il totale dei danni provocati dalla tormenta non supera quello di altri eventi simili accaduti in passato.

La macchina mediatica della catastrofe funziona alla grande, soprattutto in America. Grandi storie, film blockbuster, dirette televisive e una paura che si autoalimenta e che si diffonde come un virus.

Vedremo fra poche ore cosa sarà davvero successo dopo il passaggio di Irene su New York. Ma intanto, un risultato è certo: Irene è stata fino ad ora una grande storia, di quelle che si vedono al cinema, ed è servita ad oliare la macchina del consenso sociale di un paese che della paura ha sempre saputo fare una grande industria.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>